sabato 24 ottobre 2015

'Abitudini Camaleontiche' di Annalisa Gasparotti



Rubrica settimanale dedicata alla segnalazione degli autori emergenti e dei loro romanzi


Buon Sabato miei cari lettori,
spero che ve la stiate passando meglio di me che sono alle prese con un inizio di raffreddore. Ormai cominciano a prendere piede i primi malanni di stagione che, ovviamente, vanno combattuti nella maniera corretta. Quale? Magari con un buon libro a farvi compagnia e una scorta di fazzoletti. Approfitto proprio di questo per segnalarvi un romanzo davvero interessante. Sto parlando di "Abitudini Camaleontiche", un titolo molto particolare quello scelto dall'autrice, la giovanissima Annalisa Gasparotti. Come sempre lascio che sia il libro a presentarsi a voi, buona lettura.



Titolo: Abitudini camaleontiche
Autore: Annalisa Gasparotti
Editore: BookSprint Edizioni
Pagine: 136
Prezzo: 16,50€
Prezzo eBook: 4,99€


Trama: Lui e lei: due vite parallele in piena crisi di coppia. Lei metodica e razionale, lui con un animo d’artista e una losca abitudine... camaleontica. Scruteremo il protagonista in balia di uno stato mentale alterato, in cui traumi del passato, paure e pregiudizi avranno il sopravvento, portandolo a perdere il controllo di sé e finire in coma. Gli eventi travolgeranno la fidanzata, che dovrà fare i conti col lato oscuro del partner. Assisteremo all'intrecciarsi delle rispettive percezioni dell'esistenza, in un turbinio di ricordi e passioni. La stravaganza si mescolerà a poesia, arte, religiosità. Satanismo ed erotismo si sostituiranno l’uno all’altro su uno sfondo d’ironia che mette tutto in dubbio, tanto che si fatica a distinguere l’invenzione intellettiva del protagonista con la realtà. Seguiremo i loro passi fino alla fine, appurando come il vero mistero da risolvere stia nell’individuo, con l’impossibilità di coglierne appieno l’essenza e il continuo contrapporsi della realtà che appare e di quella che effettivamente è: cioè il rompicapo che, per secoli, è stato al centro del dibattito filosofico occidentale.




Una coppia in crisi, un'analisi psicologica, una distorsione della realtà che sembrerebbe apparire ben diversa da quella che è, sono gli ingredienti segreti di questo giallo dalla trama davvero accattivante. E dulcis in fundo queste "abitudini camaleontiche", di cosa si tratterà mai? Se volete saperne di più non dovete far altro che leggerlo. Vi ricordo che lo trovate in vendita presso i migliori eBook Store e librerie online, inoltre vi segnalo che, sul sito dell'editore, potrete trovare non solo tutta una serie di informazioni utili per noi lettori, ma potrete anche scaricare le prime pagine del romanzo per farvi un'ulteriore idea, vi basta cliccare qui.

Vi invito a visitare anche il sito dell'autrice, che trovate al seguente indirizzo (qui), dove potrete leggere una serie di interessanti racconti a cui, da grande curiosa, ho dato un'occhiata.
Come sempre, per sua gentile concessione, vi allego un passo tratto da "Abitudini Camaleontiche", inoltre, ci tengo a precisare che tutte le immagini che corredano questa breve presentazione, sono arricchite con frasi tratte dal romanzo in questione. Vi auguro una buona lettura, un felicissimo weekend e vi do appuntamento alla prossima segnalazione!





 'Cos’hai fatto?' Mi chiese una vocina flebile, che classificai come proveniente dal basso. Sussultai di colpo. La mia solitudine era di nuovo finita, questo, in parte mi provocava gioia, ma in parte anche timore e titubanza: non potevo sapere cosa mi aspettava, avrei potuto incontrare creature cattive e non solo esseri positivi. Ero totalmente privo della seppur minima possibilità di prevedere e programmare qualcosa del mio futuro prossimo ed ogni incontro era una novità piena di aspettative sconosciute. Dopo la prima reazione di smarrimento, cominciai a darmi da fare, secondo i miei mezzi, per capire da dove provenisse quella voce. 'Hey tu! Sono qui in basso, davanti a te.' Mi disse ancora la voce, per aiutarmi ad individuarla. Io seguitavo però a girare su me stesso senza individuare la fonte dalla quale provenivano quelle parole e sentendomi preso in giro mi rivolsi alla creatura con queste parole:
'Non ingannarmi! Tu non puoi essere davanti a me, perché per esserlo dovresti continuare a muoverti come mi sto muovendo io. Dove sei dunque?' 'Sempre in basso e sempre davanti a te.' Inutile dire che cominciavo a spazientirmi, girai e rigirai più volte su me stesso ed ancora chiesi dove si trovasse, ma la risposta era sempre la stessa: 'In basso davanti a te.' 



(E' disponibile anche il BookTrailer del romanzo: link)





Annalisa Gasparotti nasce a Brescia (BS) il 5 Agosto 1985. In tenera età comincia a riempire i quaderni di racconti e poesie, ma è solo con una macchina da scrivere giocattolo che poi inizia a dare un ordine a quei segni neri. Conseguita la maturità scientifica approfondisce alcuni suoi interessi presso l’Accademia di Belle Arti SantaGiulia (BS), dove si laurea con soddisfazione. Attualmente vive e lavora tra le ridenti colline di Franciacorta, continua a divorare libri di ogni genere, cura le sue innumerevoli passioni ed è costantemente a caccia di nuove occasioni, come quella che le ha permesso di tirare fuori questo romanzo dal cassetto dove si trovava tra tanti altri scritti.







Nessun commento:

Posta un commento