mercoledì 16 marzo 2016

'Un altro domani' di Giada Bafanelli



Rubrica settimanale dedicata alla segnalazione degli autori emergenti e dei loro romanzi



Buongiorno lettori e buon mercoledì! Come di consueto un nuovo appuntamento con la rubrica Meet&Greet vi attende. Oggi sono qui per segnalarvi un contemporary romance molto particolare corredando il tutto con una serie di informazioni utili affinchè possiate farvene un'idea.
Ma ora lascio che sia "Un altro domani" di Giada Bafanelli a presentarsi a voi. Buon lettura!





Titolo: Un altro domani
Autore: Giada Bafanelli
Editore: Self Publishing
Pagine: 153
Prezzo eBook: 0,99 €



Trama: Il sogno di Liv è sempre stato quello di diventare una cantante professionista. Eppure, nonostante gli anni spesi a studiare al conservatorio, sembra che la sfortuna la perseguiti: ha solo tre allieve, sua madre la disprezza e il famoso mezzosoprano Elizabeth Night non sembra affatto colpito dalla sua voce. Dopo che anche il fidanzato la lascia, il piccolo porto sicuro che Liv si era creata sembra andare in pezzi. 
Soltanto Ethan, un ragazzo conosciuto per pura coincidenza, sembra capirla fino in fondo. 
Tra litigi, parole non dette e incomprensioni, saranno le note di una canzone a decidere il destino di Liv e Ethan.




Un romanzo in cui la musica rappresenta il filo conduttore delle vicende che prendono piede pagina dopo pagina. Come sempre vi allego un estratto del romanzo e, a seguire, alcune informazioni sull'autrice. Noi ci rileggiamo la prossima settimana con una nuova segnalazione!



Presi un respiro profondo, cercando di calmare i battiti del cuore, che martellava così forte da rischiare di sovrastare gli acuti emessi dalla cantante che era entrata nella stanza prima di me. Il pianista la stava accompagnando in maniera egregia, e la voce tonda e cristallina risuonava alla perfezione, mentre eseguiva l’aria. Era un pezzo di Mozart, come il mio, ma ero così agitata che non riuscivo nemmeno a ricordare da quale opera fosse tratto quello che il soprano al di là della porta stava cantando. Strinsi più forte lo spartito nella mano destra, e solo allora mi resi conto di quanto lo avessi impregnato di sudore. Sperai di non aver cancellato l’inchiostro, perché non avevo tempo di uscire per andare alla ricerca di un’altra partitura. Cavolo.La cantante eseguì una serie di note in crescendo, e all’improvviso il mio cervello riconobbe l’aria che stava eseguendo. Era Porgi Amor, da Le nozze di Figaro. A livello tecnico non era difficile in modo particolare, non c’erano note troppo acute né barocchismi. Di sicuro quella cantante avrebbe potuto eseguire un’aria più complessa per dimostrare le sue capacità; eppure il modo in cui la cantò, così privo di sbavature e ricco di armonici, e soprattutto con un’interpretazione tanto sentita, mi lasciò senza fiato. Quella tizia era una che sapeva il fatto suo. Porca miseria, aveva anche un timbro che mi ricordava un sacco quello di Reneta Tebaldi. Il pezzo finì, e nello stesso momento mi resi conto che avevo cominciato a sudare freddo. “Oh, porca vacca.” Mi dissi, quando la porta si aprì. Un attimo dopo uscì il soprano, una ragazzetta bassa e con le lentiggini. I suoi occhi incrociarono i miei, e quando mi sorrise mi resi conto di quanto fosse soddisfatta e sicura di sé.





Giada Bafanelli ha ventisette anni e le sue più grandi passioni sono sempre state la musica e la narrativa, specialmente di genere fantasy. Oltre al racconto urban fantasy “Alone. Il solitario”, ha pubblicato il romanzo fantasy ispirato alla mitologia norrena “La figlia della vendetta” e il prequel “I giardini di Asgard”. “Un altro domani” è la sua prima incursione nella narrativa rosa.
Visitate il suo blog Pagine magiche.






2 commenti: