lunedì 1 febbraio 2016

Monthly Recap Gennaio!


Rubrica a cadenza mensile per riepilogare quanto avvenuto nel mese appena trascorso


Buongiorno lettori! Oggi è lunedì ed è anche il primo giorno di febbraio. Ho deciso di aprire questa settimana inaugurando un'altra rubrica del blog; si tratta di "Monthly Recap" che mi permetterà di fare il punto della situazione sul mese appena trascorso. Gennaio è stato un mese di cambiamenti, così come ci si augura ad ogni inizio anno. Tali cambiamenti hanno avuto ripercussioni sulla mia vita privata, sul mio tempo libero e quindi sulla gestione del blog, come vi ho spiegato nell'articolo di apertura del 2016. Ho deciso di prendere in mano le redini della situazione e di adattare il tutto alle mie nuove esigenze, a partire già dal cambio grafica, per rendere il blog all'altezza delle mie aspettative e farlo diventare l'angolino confortevole che ho sempre sognato e immaginato. Devo ammettere che ho cercato di prendere appunti per non tralasciare nulla di quello che è accaduto a Gennaio, tra nuove entrate librose, recensioni e quant'altro. Sperando di aver ricordato tutto vado a cominciare!



LETTURE E RECENSIONI


Dal punto di vista delle letture, Gennaio è stato un mese molto proficuo e, probabilmente, ve ne sarete accorti dall'elevato numero di recensioni che sono fioccate nel corso delle settimane. Non preoccupatevi, se ve le siete perse, ecco qui un piccolo riassunto. Cliccando sulle immagini sarete reindirizzati direttamente alle mie opinioni post lettura ;)



Testo Alternativo Testo Alternativo Testo Alternativo
Testo Alternativo Testo Alternativo


Tra le letture indicate manca "La donna che amava i numeri" di Toni Jordan, un romanzo che ho molto amato ma che, purtroppo, fa parte delle letture di Dicembre per cui, pur avendolo recensito a Gennaio, non posso considerarlo ai fini della proclamazione del 'Libro del mese', per il quale trovate l'apposita sezione in sidebar. Dovendo sceglier tra le 5 letture sopra indicate direi, senza ombra di dubbio che, la lettura del mese di Gennaio, è sicuramente "Le coincidenze dell'amore" di Colleen Hoover che mi ha veramente stupita in senso molto molto positivo.




LIBRI SUI MIEI SCAFFALI


Vediamo ora quali sono state le mie new entry del mese appena trascorso che, devo ammettere, anche da questo punto di vista, è stato piacevolmente ricco e soddisfacente! Sui miei scaffali annovero novità librose davvero appetitose e che non vedo l'ora di leggere.







Alcuni dei libri mostrati in foto sono stati letti e recensiti e li trovate più su ("Te lo dico sottovoce", "Urla nel silenzio" e "Albergo Italia"), per cui su questi non spenderò altre parole perché le recensioni parlano da sole.
Per quanto riguarda gli altri titoli vi spiego cosa mi ha portato ad acquistarli ;)

- De "Il profumo del pane alla lavanda" di Sarah Addison Allen ho sentito parlare davvero bene, tutte le recensioni e le varie opinioni che mi sono capitate sottomano sono sempre state positive; inoltre per la challenge delle LGS avevo bisogno di un romanzo con alimento nel titolo per spuntare uno degli obiettivi. Allora mi sono detta 'perché non unire le due cose?' E quindi eccolo sul mio scaffale, in attesa di essere letto!

- "Una famiglia quasi perfetta" di Jane Shemilt rappresenta una grande incognita in quanto tutti parlano di un finale molto scontato, anzi più che scontato! Al momento è lì che mi attende e, sinceramente, non so quando sarà il suo momento. Poiché già l'osannato "Urla nel silenzio" mi ha lasciato con l'amaro in bocca non so proprio cosa aspettarmi da questo thriller!

- "L'ufficiale dei matrimoni" di Anthony Capella rappresenta un romanzo per il quale nutro altissime aspettative dopo tutte le belle parole che sono state spese anche da altre colleghe blogger. Ho deciso quindi che rientrerà tra le mie prossime letture e presto saprete cosa ne penso a riguardo!

- Infine, "Cade la terra" di Carmen Pellegrino, consiglio di un grandissimo amico e scrittore nonché romanzo velato di un fascino misterioso. Mi intriga molto la questione di Alento, la cittadina di cui si parla in questo romanzo, e del suo stato di abbandono. Una cittadina fantasma che si racconterà al lettore tramite le parole della protagonista. Un romanzo che mi chiama nel vero senso della parola!


Quasi dimenticavo! Grazie all'altra challenge, il Bookopoly, ho vinto anche due ebook: uno, "Luna di miele a Parigi" di Jojo Moyes, è stato già letto e recensito; l'altro mi permetterà di accostarmi ad una scrittrice della quale ho sentito tanto parlare e che credo sia giunto il momento di scoprire! Sto parlando di Valentina D'Urbano con il suo romanzo "Acquanera".




BUONI PROPOSITI FEBBRAIO


Ora, devo ammetterlo, non sono per nulla brava a programmare le mie letture e quindi non vi dirò mai questo mese leggerò Tizio, Caio e Sempronio. Mi lascio sempre guidare dall'istinto e da quello che definisco il richiamo dei libri. Questo per dirvi che il mio proposito per Febbraio è, unicamente, quello di abbattere qualche titolo della mia lunga TBR scendendo sotto la soglia dei 50. Vi confesso che sto ridendo come una matta perché è in arrivo una vagonata di acquisti per cui credo che a fine mese avremo superato i 60 libri e non saremo scesi di una virgola. Ma si sa, questo è il bello del lettore ossessivo compulsivo!


A questo punto mi viene di chiedervi: quali sono i vostri propositi per febbraio? Siete più bravi di me dal punto di vista organizzativo? 
Sperando di non aver tralasciato nulla mi avvio alla conclusione di questa nuova rubrica che tornerà a farmi e a farvi compagnia il prossimo mese, permettendovi di scoprire cosa sarà mai accaduto durante Febbraio! Stay tuned ;)






7 commenti:

  1. Io sono una fanatica delle liste! Faccio liste per ogni campo della mia vita, figurati se non le faccio per le mie letture!! Quindi, lo ammetto e chi mi segue lo sa, non inizio mai un mese senza una TBR debitamente compilata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Laura, vorrei avere la tua capacità in ambito libroso perché, nella quotidianità, di liste ne stilo eccome ma in fatto di libri non riesco a rispettarle ;)

      Elimina
  2. Io sono PESSIMA a programmare cosa leggere, perché se decido di dover rispettare qualcosa, lo devo fare e se mi passa la voglia ma sono costretta a leggere tale romanzo finisco spesso per irritarmi con il libro in questione, manco fosse colpa sua. Quindi no, sono come te! Quello che mi va di leggere, quello leggo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, fortunatamente non sono la sola! Programmare le letture non è proprio il mio forte :)

      Elimina
  3. Ho iniziato da pochissimo a seguire la mia tbr personale, che non è un vincolo assoluto,serve a smaltire libri in attesa da tanto è ti assicuro che avere qualche titolo programmato aiuta a non perdersi e a volte riesco a leggere di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cuore! Diciamo che la mia è più una specie di scaletta mentale nel senso che non mettendola nero su bianco non mi sento "vincolata" ;)

      Elimina
    2. La Hoover sorprende tanto a quanto pare, ha colpito anche te! Mi sono decisa a leggerla anch'io :-)

      Elimina