giovedì 10 dicembre 2015

'Bagliori nel Buio' di Maria Teresa Steri



Rubrica settimanale dedicata alla segnalazione degli autori emergenti e dei loro romanzi



Buongiorno lettori, come state? Iniziate ad avvertire l'atmosfera natalizia nell'aria? Mancano solo 14 giorni alla vigilia di Natale ed io sono in alto mare circa la scelta dei regali da fare. Non vi dico poi la mia wishlist librosa!! Si è moltiplicata e allungata in maniera spaventosa e, ad ora, non riesco a prendere una decisione su cosa chiedere nella mia letterina a Babbo Natale.
Ma mettiamo da parte questi problemi esistenziali per dare spazio ad una nuova segnalazione. Oggi vi parlo di un romanzo, il secondo per l'esattezza, scritto da Maria Teresa Steri che è anche l'autrice di un blog di scrittura, Anima di carta, che potete visitare al seguente indirizzo (qui).
Andiamo ora a vedere di cosa parla la storia narrata...



Titolo: Bagliori nel buio
Autore: Maria Teresa Steri
Editore: Self Publishing
Pagine: 374
Prezzo: 12,50€
Prezzo eBook: 1,99€


Trama: Disoccupata e intrappolata in una relazione sentimentale senza futuro, Elena vive come sospesa tra passato e presente. Non passa giorno senza che i suoi pensieri vadano all’uomo conosciuto due anni prima su Internet, consumata dal senso di colpa per aver provocato la sua morte. Interessarsi di fenomeni paranormali sembrava solo un passatempo innocente, ma ora il terrore che la polizia venga ad arrestarla non le dà tregua. E per riappropriarsi della sua vita non le resta che tornare là dove tutto è iniziato, un quartiere che affaccia sulla spiaggia, e provare a far luce sull’accaduto. 
Ma chi era davvero l’uomo che ha ucciso? Quale mistero nasconde il luogo della sua morte, il Pozzo del Corvo? E quanto sono fondate le voci che parlano di presenze soprannaturali sul promontorio?
Man mano che la verità viene a galla, un incubo ancora più grande si delinea all’orizzonte, costringendola a fare i conti con le sue paure e ad affrontare nemici che non sospettava di avere.




"Bagliori nel buio" è un romanzo noir soprannaturale, disponibile sia in versione cartacea che in eBook (se volete farvi un'idea per l'acquisto vi basta cliccare qui).
In più, potrete scaricare gratuitamente i primi 4 capitoli collegandovi al seguente indirizzo (qui). Credo che questa sia una grandissima opportunità per cui io vi consiglierei di approfittarne!
E se tutto questo non dovesse ancora avervi convinti ecco, come sempre, un breve estratto che, tra l'altro, coincide anche con l'incipit del romanzo.
Vi auguro una buona lettura!!
Ovviamente fatemi sapere se lo avete letto, avete intenzione di farlo o, semplicemente, siete rimasti incuriositi. Io, come di consueto, vi do appuntamento alla prossima segnalazione.


Si svegliava ogni mattina con la stessa fantasia in testa: un ispettore di polizia bussava alla sua porta. Se lo figurava sempre nello stesso modo, con folti baffi, aria da gentiluomo inglese e cravattino a farfalla, un’immagine che aveva tratto dal film di Hitchcock Il delitto perfetto.
'Abbiamo il sospetto che lei sia implicata nella morte di un uomo', le diceva con tipica cadenza britannica. Entrava in casa togliendosi il cappello e sfoderando modi gentili, ma Elena sapeva che non avrebbe avuto nessuna pietà di lei, l’avrebbe condotta in centrale e sottoposta a un interrogatorio snervante e interminabile. Si visualizzava in una saletta squallida, senza poter bere un solo goccio di acqua, torturata dall’emicrania e dalla vescica piena, preda di poliziotti sadici, pronti a tutto pur di indurla a confessare. E subito dopo era tra le pareti di una prigione, raggomitolata su una lurida brandina, condannata per omicidio. L’idea di quell’uomo che compariva alla porta l’accompagnava tutte le sere a letto, quando nel buio lottava per lasciarsi andare al sonno, ascoltando il respiro pesante di Matteo accanto. E riaffiorava la mattina, come un relitto portato a galla dagli abissi dell’inconscio. L’ispettore-capo di Scotland Yard era sempre nella sua mente, con un’espressione perspicace e un po’ sorniona stampata in faccia, pronto a ricordarle che prima o poi la verità sarebbe saltata fuori.



Maria Teresa Steri è nata nel 1969 e cresciuta a Gaeta. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia si è trasferita a Roma, dove vive attualmente con il marito. Ha collaborato come giornalista pubblicista nella redazione di quotidiani e riviste per la scrittura di articoli, la revisione di testi e impaginazione. 
Cura il blog Anima di carta dedicato a chi ama scrivere e leggere. Si interessa di scrittura creativa e antroposofia. È un’appassionata di Alfred Hitchcock. I suoi autori di narrativa preferiti sono Ruth Rendell, Richard Matheson e Robert Sawyer.
Ha pubblicato nel 2009 il suo primo romanzo “I Custodi del Destino”, un thriller basato sull’idea della reincarnazione. “Bagliori nel buio” è il suo secondo romanzo.







4 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao Nunzia, credo si tratti di un bel romanzo, hai avuto la stessa impressione?

      Elimina
  2. Io l'ho letto e posso dire che è un bel romanzo intenso e avvincente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aquila, allora mi confermi che non mi ero sbagliata :)

      Elimina